Come lavare l’auto a mano senza graffiarla

È inevitabile: la tua auto si sporca. Scopri come lavare l'auto a mano e quali strumenti usare per il lavaggio degli esterni.
come lavare l'auto a mano - carrozeria alle cave

Insetti, resine, agenti atmosferici e l’usura del tempo sporcano la tua auto. Effettua una corretta manutenzione utilizzando tecniche e prodotti specifici: in quest’articolo scoprirai come lavare l’auto a mano evitando il rischio di graffiare la carrozzeria.

Il prelavaggio: rimuovere lo sporco e le impurità

Il primo passaggio fondamentale è il prelavaggio: consente di eliminare lo sporco più profondo e le impurità. Va realizzato utilizzando lo sgrassatore (o sgrassante), prodotto efficace nei confronti di tutti i residui grassi depositati sulla vettura.

Sgrassatore per carrozzeria auto

Ci sono numerosi sgrassatori sul mercato, scegline uno a ph alcalino medio (10-11). Usalo partendo dalla parte inferiore dell’auto per poi proseguire verso l’alto. Lascia che agisca, poi fai un primo risciacquo e ripeti una seconda volta l’operazione. Se la tua auto è molto sporca diluisci il prodotto con più acqua.

Il lavaggio auto senza acqua

Puoi utilizzare l’acqua per lavare l’auto, ma puoi anche scegliere di effettuare un lavaggio auto a secco usando semplicemente prodotti specifici e un panno in microfibra.

I prodotti per il lavaggio senz’acqua contengono polimeri, macromolecole che portano in sospensione lo sporco, così da rimuoverlo facilmente. Non lasciano aloni e asciugano rapidamente. Inoltre contengono cere emulsionate, il che permette di ottenere un effetto lucidante.

Dopo aver spruzzato il prodotto sulla superficie da trattare, puoi rimuovere lo sporco con un panno in microfibra. Effettua due passaggi per eliminare ogni residuo e tieni sempre un senso (ad esempio da destra e sinistra). I prodotti per lavaggio della carrozzeria a secco non necessitano di un risciacquo.

Come lavare l’auto a mano e quali strumenti usare

Per l’effettivo lavaggio auto puoi utilizzare il metodo dei due secchi: uno per l’insaponatura (nel quale va versato lo shampoo), l’altro per il risciacquo del guanto o della spugna.

Pulisci l’auto a partire dalla parte superiore, passando il guanto o la spugna insaponato e applicando una pressione leggera e il più omogenea possibile. Dirigi sempre il getto verso il basso così da evitare che l’acqua s’infiltri nelle fessure delle guarnizioni. 

Una volta che la tua auto sarà lavata completamente, risciacqua con acqua abbondante la schiuma rimasta sulla carrozzeria.

1. Lavaggio con spugna, guanti o panno in microfibra per auto

La scelta del guanto, spugna o panno è fondamentale per non graffiare la vernice dell’auto. Utilizza una spugna morbida o un guanto con le frange lunghe e penzolanti che non trascinano la sporcizia.

Puoi anche optare per il panno in microfibra, che ha un alto potere assorbente ed elimina lo sporco in profondità, sollevandolo dalla superficie. Grazie alla sua struttura composta da milioni di sottili filamenti consente di ridurre il rischio di graffi.

Qualsiasi strumento decidi di usare, ricordati di risciacquarlo spesso nel secchio e di cambiare l’acqua quando diventa torbida per evitare che lo sporco si infiltri tra le fibre del panno, spugna o guanto.

2. Spazzole per lavaggio manuale dell’auto

Esistono inoltre le spazzole per risolvere il problema di come lavare l’auto a mano. Sono particolarmente adatte per la pulizia dei cerchi dell’auto.

Usa una spazzola lunga e sottile: in questo modo puoi infilarla negli interstizi e strofinare le aperture dei cerchioni. Con una spazzola con setole di plastica pulisci le gomme dalla sporcizia raccolta per strada.

3. Detergente e shampoo per auto

La categoria degli shampoo per lavare l’auto è composta da un’offerta molto articolata. Un buon shampoo fa molta schiuma, perché contiene tensioattivi, agenti pulenti che sollevano e incapsulano lo sporco, rimuovendolo.

Scegline uno che contenga additivi antiabrasivi o lubrificanti, perché ti aiuterà a evitare il rischio di segnare la vettura con graffi.

In commercio esistono anche shampoo con protettivi, cere e brillantanti. Garantiscono proprietà protettive limitate a polvere e pioggia e migliorano la finitura estetica nel breve periodo.

Ti sei accorto di avere qualche ammaccatura
sulla carrozzeria?

Eccoci in tuo aiuto!
Siamo una carrozzeria della provincia di Bergamo con più di 30 anni di esperienza. 
Con il nostro servizio di riparazione e verniciatura della carrozzeria sistemeremo ogni danno! 

Come lavare l’auto nera 

La vernice di un auto nera tende a rigarsi molto facilmente; per questo è consigliabile lavarla a mano. Scegli uno shampoo anti aloni e utilizza uno spray per sciogliere i residui ed evitare di graffiare l’auto con righe da abrasione.

Come prima cosa sciacqua le ruote, poi lava l’auto con la tecnica dei due secchi, procedendo sempre dall’alto verso il basso. Usa un guanto in microfibra morbidissima per la carrozzeria; le zone inferiori puliscile invece con la spugna.

Una volta risciacquata, non lasciare l’auto ad asciugare al sole ma usa un panno di pelle di daino nella fase iniziale e poi uno in microfibra.

Come asciugare l’auto dopo il lavaggio 

Appena hai concluso il lavaggio procedi subito all’asciugatura, altrimenti potrebbero restare gli aloni nelle zone di evaporazione spontanea dello shampoo.

Per asciugare utilizza un panno: puoi scegliere tra i panni asciuga auto in microfibra o i panni in pelle di daino.

1. Con panno asciuga auto

Il panno asciuga auto in microfibra è comodo e versatile, non lascia residui ed è molto delicato. Puoi impiegarlo per lucidare, spolverare e asciugare le parti esterne dell’auto.

In commercio ci sono molte tipologie di panni, con diverse trame. Per i vetri sono indicati i panni auto con trama sottile, che non lasciano aloni su finestrini o parabrezza. Per la carrozzeria, invece, è meglio usare panni con filamenti allungati per asciugare l’auto nel post-lavaggio.  

Dopo essere stato usato, il panno asciuga auto va pulito con un normale lavaggio, soprattutto se è stato usato su parti sporche di olio e grasso e sui cerchi.

2. Panno in pelle di daino 

Per asciugare puoi impiegare anche la pelle di daino, vera o sintetica. Più la qualità della pelle è alta, più il risultato di asciugatura sarà eccellente. Va usata aperta e non ripiegata.

Al primo utilizzo va sciacquata e strizzata più volte; le volte successive sciacquala con acqua calda e un po’ di sapone per bucato, per poi lasciarla asciugare aperta e non sotto il sole diretto.

Consigli per il lavaggio dell’auto in tutte le stagioni dell’anno

La manutenzione è fondamentale in ogni periodo dell’anno, per tenere sempre alte le prestazioni del veicolo.

Al rientro dalle vacanze estive

Dopo le vacanze, rientrato a casa, effettua subito un lavaggio della carrozzeria: così potrai rimuovere la salsedine e la sabbia marina o la terra e l’erba di montagna. Pulisci i sedili e il bagagliaio, non solo passando l’aspirapolvere ma usando anche un panno umido e un detergente per la pulizia degli interni.

Controlla anche i tergicristalli e la morbidezza della gomma delle spazzole: una spazzola vecchia azionata su un vetro asciutto potrebbe causare un graffio al parabrezza e provocare danni futuri.

Elimina infine tutti gli accessori come portabici, baule da tetto e barre porta tutto.

In inverno

In inverno, a causa del maltempo e del sale antighiaccio, i lavaggi devono essere più frequenti. Procedi dalla parte alta della vettura (tetto, cofani, cristalli) per poi scendere alle parti inferiori (concentrandoti su passaruota e sotto i brancardi) per pulire l’auto dai detriti.

Dopo il prelavaggio, passa la vettura con spazzola e acqua saponata. Risciacqua poi con acqua demineralizzata, così da pulire la tua carrozzeria da macchie di calcare.

Fai sempre attenzione alle temperature: con il gelo l’acqua potrebbe ghiacciare sulla carrozzeria impedendoti di completare la pulizia.

Con una lucidatura professionale,
la tua auto ritorna come nuova!

Un servizio rapido, puntuale, efficace: supereremo le tua aspettative!